la nostra visione del settore

Il contesto geopolitico del 2022 rimane instabile e pericoloso, sia che si parli di operazioni militari all'estero, sia che si parli della guerra in Ucraina, che potrebbe portare i Paesi europei a un conflitto tra due grandi blocchi, sia che si parli di combattimenti ad alta intensità. 

Allo stesso tempo, la Francia e i suoi partner sono già impegnati in una guerra ibrida difensiva e immateriale. Oggi i Paesi europei, come altre nazioni, devono intensificare gli sforzi in termini di capacità militari. 

Di conseguenza, il mercato europeo della difesa è particolarmente dinamico, soprattutto grazie alla sua base industriale e tecnologica di difesa. 

Nell'ambito di questo primo esercito europeo, la Francia sta rivalutando la sua legge di programmazione militare per acquisire equipaggiamenti convenzionali e capacità di combattimento emergenti, come nel settore cibernetico o spaziale. Allo stesso modo, la Germania ha stanziato un budget di 100 miliardi di euro per equipaggiare le proprie forze armate. 

Di conseguenza, l'innovazione tecnologica si sta rivelando cruciale, con l'intero mercato che beneficia di incredibili opportunità economiche, come testimoniano i dati sulle esportazioni francesi del 2021, che hanno registrato vendite record. 

la voce dell'esperto

"Il settore della difesa è sempre stato all'avanguardia nell'innovazione tecnologica per garantire la superiorità militare operativa (...) I futuri progressi tecnologici, sempre più connessi, equipaggeranno il nostro futuro hardware per formare un cloud da combattimento multidominio". 

david perrot - direttore del mercato difesa e sicurezza. 

contattaci

entra in contatto con uno dei nostri esperti

contattaci